ASCOLTA LA PUNTATA PODCAST

Viva Raw e Abbasso Jpeg. Meglio scattare in Raw … Ma è proprio giusto cosi’?

raw vs jpegScattare in Raw o in jpeg ? E’ la domanda topica di ogni persona che si avvicina, o pratica la fotografia digitale.

Un tema che è diventato cavallo di battaglia e di marketing per molte persone in rete.

Molte di queste, pur di vendere “formazione”, hanno idealizzato la questione, arrivando sapientemente (da bravi marketer), a paragonare le due metodiche di lavoro, un po’ a tutto… dai cibi, ai dolci sino alle opere d’arte.

Talvolta, anzi, spesso, creando una grande confusione attorno al tema (forse di proposito, me lo auguro).

In questo Podcast cerco di analizzare la questione con oggettività, e lascio a te che ascolti, trarre le tue conclusioni.

Scattare in Raw non puo’, né deve essere tabù per noi fotografi; qualunque sia il livello con il quale approcciamo  questo delicato e importante tema.

Se hai condiviso una foto per email o ne hai pubblicata una online, potresti aver visto un’estensione di tre o quattro lettere alla fine del nome del file come: “.jpg” o “.jpeg”.

Quasi tutte le macchine fotografiche, dai telefoni cellulari alle fotocamere DSLR più costose, riprendono le immagini in questo formato, con eccellenti risultati.

È possibile registrare migliaia di foto JPG su una scheda di memoria e generalmente sono di buona qualità e facili da visualizzare su un computer o dispositivo mobile.

Non hai bisogno di alcun software speciale per aprire un file JPG, e se vuoi modificarne uno, quasi tutte le applicazioni da iPhoto a Photoshop possono farlo.

Tuttavia, tutte le reflex o mirrorless digitali, e anche alcune fotocamere bridge, sono in grado di riprendere in un altro formato chiamato RAW che ha alcuni incredibili benefici per noi fotografi. Alcune persone non rinunciano mai al formato RAW, altre sono rallentate dal fatto di non conoscere abbastanza a fondo gli strumenti e le tecniche per lo sviluppo del Raw, e quindi declinano sul JPG, più semplice e immediato, perdendo però in questo modo tantissime possibilità.

Se troverai interessante questa puntata del podcast, ti chiederei di condividerlo con i tuoi amici e diaggiungere un commento su Itunes.

Spesso ho pensato che se la fotografia fosse “difficile” nel vero senso della parola – nel senso che la creazione di una semplice fotografia richiedesse lo stesso tempo e la stessa fatica di un buon acquerello o di una buona incisione, il salto qualitativo della produzione media sarebbe enorme

Ansel Adams

Se hai letto sino a qui ti consiglio di iscriverti alla Newsletter!

Non ti preoccupare, non ti manderemo nessuna mail di spam.
Riceverai un paio di volte al mese articoli interessanti dal mio Blog su argomenti che sicuramente ti interesseranno. Se non vorrai più riceverli ti basterà disiscriverti in una qualsiasi mail che riceverai.

Inviando i tuoi dati accetti la politica di privacy di questo sito.


giac ferrari
giac ferrari

Giac Ferrari fotografo milanese specializzato in fotografia pubblicitaria, con particolare esperienza nella moda intimo e nel Beauty per la Cosmetica, è il fondatore di ateneofotografia.it. Nei circa trent' anni della sua attività di professionista, ha collaborato con le maggiori agenzie di pubblicità ed editori a livello internazionale. Attualmente è Multimedia Specialist e Fotografo Indipendente; attività alle quali, si aggiungono consulenze e docenze in tema di fotografia e tecnologie multimediali.