ASCOLTA LA PUNTATA PODCAST

Lo Storytelling e l’arte di raccontare con la Fotografia

“Lo Storytelling e l’arte di raccontare con la Fotografia”, credo sia un concetto intrinseco nella mente di ogni fotografo.

Ogni giorno si producono miliardi di immagini, risulta ormai chiaro che non servano altre immagini da aggiungere.

Identifico in questo, uno dei motivi per cui si sia sviluppata l’idea di “raccontare storie” come metodica alla base delle attuali strategie di marketing.

Quindi la capacità di elaborare progetti narrativi e non semplici immagini individuali, si afferma come vantaggio competitivo di ogni operatore della comunicazione visiva, fotografi, videomaker…

Stabilito e  definitivamente appurato che:

  • la chiave della comunicazione visiva contemporanea è la storia che sappiamo piu o meno raccontare
  •  secondo ingrediente che viene inserito è: la scadenza.

Quindi, il messaggio che passa è… “Cerca di approfittarne subito, prima che sia troppo tardi…”.

In sintesi, ecco gli ingredienti dell’attuale comunicazione visiva:

  • Immagine (intesa come visual, cioè; fotografia, video, grafica)
  • Storytelling (narrazione)
  • Scadenza

Le Stories

Durano solo 24 ore, sono alla base del business di Instagram, che abilmente lo ha “copiato” da Snapchat, ma se ben guardiamo, la tendenza si estende a Facebook, arrivando addirittura a nientemeno che Medium.

Da non sottovalutare,e anzi, per la fruibilità negli smartphone (quindi non è solo una moda) è: l’uso del formato verticale, e su questo si potrebbe aprire un’ intero capitolo.

A partire dalla composizione, dove, la semplice regola dei terzi, trova una difficile collocazione… E qui diventa utilissima la conoscenza e la pratica del criterio di composizione dell’ immagine attraverso la Sezione Aurea.

Nel Podcast faccio un elenco di suggerimenti per cavalcare la tendenza Storytelliana, anzicchè venirne scavalcati.

Tra i punti salienti tra quelli che elenco, nel podcast vi è quello relativo alla novità di Instagram, di poter archiviare le Stories dandogli un nome, uscendo cosi’ dallo schema principale delle Stories cosi’ come le caratterizza (scadenza a 24 ore).

Questo  non è un dettaglio perchè ti aiuta a creare un percorso, potendo poi elaborare idee e legami tra una storia e un’ altra, rendendo più articolato il tuo lavoro.

Altro pilastro delle Stories è quello di soffermarsi anche sull’ aspetto importantissimo della grafica.

Se non sei un provetto grafico, puoi lavorare con applicazioni come questa o molte altre che si possono trovare gratuitamente online.

Altro da segnalarti… Come alternativa all’ uso dei social, e pensando ad un’ investimento sul proprio sito personale, esiste una nuova e interessante possibilità di generare Stories autonomamente, e pubblicarle sul tuo sito, grazie a una tecnologia recentissima, che si chiama AMP Stories, e che è stata sviluppata da Google.

Allora, non raccontiamoci storie (non intendo facendolo solo come modo di dire) Ma raccontiamo Stories!

 

 

 

 

 


giac ferrari
giac ferrari

Giac Ferrari fotografo milanese specializzato in fotografia pubblicitaria, con particolare esperienza nella moda intimo e nel Beauty per la Cosmetica, è il fondatore di ateneofotografia.it. Nei circa trent' anni della sua attività di professionista, ha collaborato con le maggiori agenzie di pubblicità ed editori a livello internazionale. Attualmente è Multimedia Specialist e Fotografo Indipendente; attività alle quali, si aggiungono consulenze e docenze in tema di fotografia e tecnologie multimediali.